Lo scorso 5 maggio 2016 Paolo Agnelli è stato riconfermato Presidente di Confimi Industria, eletto per il secondo mandato al termine dell’Assemblea nazionale andata in scena presso il Centro Convegni di zona Piazza di Spagna a Roma. La votazione è avvenuta nel pomeriggio, dopo la seduta mattutina aperta al pubblico. Ad aprire l’appuntamento del 5 maggio è stata il Ministro per la Pubblica amministrazione e Semplificazione Marianna Madia, che ha incentrato il proprio intervento sulla tanto discussa riforma della Pubblica amministrazione e l’importanza che questa potrà avere nello snellire i rapporti con le imprese che rappresentano il tessuto vitale della nostra economia. «Il pacchetto di riforme servirà ad assicurare a chiunque che quelle esistenti sono le regole certe, così come dovranno essere certi i tempi della pubblica amministrazione – ha spiegato -. L’obiettivo è riavvicinare l’Amministrazione pubblica ai cittadini perché solo quando si collabora, un Paese può svilupparsi e crescere. Si cambia attraverso uno sforzo collettivo e questo è il nostro obiettivo».

Di seguito è salito sul palco il Presidente di Confimi Industria Paolo Agnelli, che prima della seduta pomeridiana per le votazioni del rinnovo delle cariche nazionali, ha voluto salutare tutti i suoi ospiti in qualità di padrone di casa. «Festeggiamo 3 anni di attività e nonostante il difficile contesto in cui operiamo, siamo riusciti a far sentire la nostra voce e a costruire diretti canali di comunicazione con le Istituzioni e i Media – ha precisato -. La nostra è una struttura a piramide rovesciata, snella, ampiamente presente su territorio. Al contempo Confimi Industria è e rimarrà vigile nel monitorare l’approvazione da parte del Governo di quei cambiamenti necessari per far ripartire l’economia italiana, come quello riguardante la possibilità di intervenire sulla inversione della tassazione. Combattiamo contro gli imprenditori che truffano e che si fanno beffe del sistema, non tolleriamo la concorrenza sleale e vogliamo difendere il Made in Italy. Proponiamo una piattaforma di modello per un contratto unico della manifattura, che possa rivedere gli istituti e valorizzare i rapporti territoriali».

In chiusura della sessione aperta al pubblico, si è tenuto un tavolo di lavoro cui hanno preso parte Annamaria Bernini del Gruppo Forza Italia-Pdl, il Vice Presidente Confimi nonché Presidente Aniem Dino Piacentini, il Presidente della V Commissione Bilancio della Camera Francesco Boccia e Gigi Petteni, Segretario della Cisl con delega al mercato del lavoro e formazione professionale. Al dibattito è intervenuto, con una intervista ad hoc registrata per l’occasione, anche il Vice Ministro all’Economia e alle Finanze Enrico Zanetti. Tutti i partecipanti hanno voluto sottolineare l’importanza del tessuto delle Pmi nella struttura economica del Paese e hanno discusso sulle politiche necessarie per poter aiutare l’economia italiana a risollevarsi.

Maura Savaris