Romics è alla sua ventesima edizione e sicuramente per festeggiare questo importante compleanno ci stupirà più degli altri anni. L’evento conta trecento espositori diretti ed indiretti, cinque padiglioni di cui quattro espositivi ed uno, il Pala Romics per i grandi eventi. Cinquantacinquemila mq interni ed altrettanti esterni, più di duecentomila visitatori per ciascuna edizione. Grazie alla dislocazione della Fiera di Roma, ci muoveremo comodamente negli spazi dedicati. La scelta culturale è quella di offrire un ampio programma capace di esprimere pienamente i linguaggi dell’immaginario, spaziando dal fumetto all’illustrazione e dal cinema ai games. Tra gli eventi speciali, il samurai Kamuj con Tetsuro Shimaguchi il coreografo delle scene di spada di Kill Bill che si esibiranno in una performance in cui si incontreranno l’arte e la spada. Il Movie village si presenterà con un programma ricchissimo di proiezioni. Al padiglione 5 si scoprirà la creatività dei nuovi blockbuster ed i curatissimi allestimenti delle fandom. Alle anteprime ed alle celebrazioni si aggiungeranno alcune importanti novità: musical, performance, game show ed eventi speciali. Reginetta sarà la 20th Century Fox Italia che porterà a Roma tre importanti novità. Ci sarà il lancio di Assassin’s Creed. Una crew di scatenati ballerini si esibirà in una pirotecnica Trolls dance per celebrare l’uscita di Trolls, nelle sale italiane dal 27 settembre. In occasione dell’uscita di Bad Moms ci sarà un Confessionale che raccoglierà i segreti più inconfessabili di tutte le mamme cattive di Romics. L’evento più atteso sarà la Grande Gara Cosplay. L’Italia è campione mondiale. Per l’entertainment ci saranno anche giochi di ruolo e tornei di carte. Questo e tanto altro aspetta i visitatori che giungono da ogni dove. Nell’attesa di poter visitare Romics, diamo la parola a Sabrina Perucca, direttrice artistica dell’evento.

ROMICS_gabriele dell'otto

Gabriele dell’Otto

Cosa propone questa nuova edizione di Romics?

È innanzitutto un’edizione celebrativa perché siamo arrivati alla ventesima edizione e quindi sarà un modo per accogliere in maniera speciale sia il pubblico che gli operatori, gli appassionati ed i professionisti. Accoglieremo Maestri internazionali ed italiani. I Romics d’oro Gabriele dell’Otto e David Lopez faranno vivere i più amati supereroi, Moreno Burattini racconterà la straordinaria avventura di e con Zagor. Tanti autori, una fra tutte è Laura Perez Vernetti che è un’autrice di graphic novel molto particolare che ha realizzato un book su una leggenda della poesia novecentesca Vladimir Majakòvskij. Un grande programma sulle anteprime di cinema, una Mostra dal titolo “Hanno detto di noi 1962-1980” dedicata alla Critica fumettistica degli anni ‘70 in cui si criticavano alcuni titoli che all’epoca fecero scandalo come Diabolik ad Isabella ed altre testate che hanno scardinato il Codice Morale del fumetto. Ci sarà un Murales celebrativo della ventesima edizione, realizzato come una grande tela a disposizione di tutti gli ospiti della manifestazione che lasceranno un loro ricordo. Un altro cadeau che abbiamo realizzato per questa edizione è una cartolina realizzata da Poste Italiane Filatelia con immagini di Go Nagai autore di Mazinga e Goldrake che è stato ospite di una scorsa edizione e che ci augurerà Buon Compleanno.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Sabrina Perucca, direttore artistico del festiva Romics

Romics è una manifestazione capace di accogliere non solo i Millenials ma anche gli adulti. Qual è il segreto?

È proprio la formula trasversale che da sempre l’ha contraddistinta. Partendo dal fumetto sia popolare e sia per chi ricerca delle proposte diverse ma allo stesso tempo guardando a tutti quei mondi che partono dal fumetto come il cinema, i videogames, la letteratura fantasy e creando una formula che fa convivere diverse passioni e fa arrivare felicemente il papà con il bimbo. Grazie alla dislocazione della fiera, potremmo trovare degli spazi dedicati: in un padiglione si troverà la proposta fumetto con le mostre da vivere in tutta tranquillità, in un altro padiglione avremo invece la parte dedicata ai youtuber ed ai videogames. Si creerà una fruizione migliore per tutti.

Venti meravigliose avventure, qual è stata la più apprezzata dal pubblico?

Che dire? Per me è molto difficile perché le ho vissute tutte ed ogni volta ci si sorprende della formula creata. Ovviamente la presenza di grandi autori anche di passate edizioni ci hanno emozionato di più, come l’anno in cui ci fu Go Nagai rispetto a Riyoko IKeda la creatrice di Lady Oscar. Così come l’anno in cui ci fu uno dei creatori di Asterix, Albert Uderzo. Ognuno rappresenta un passo in avanti rispetto alle proposte.

Quali saranno i temi di workshop e tavole rotonde?

Oltre alla Mostra di cui parlavo prima sulla critica al fumetto anni ’70 e ‘80, avremo una parte dedicata all’integrazione tra l’app e il fumetto che è un argomento molto attuale. Avremo degli appuntamenti dedicati al videogioco ed alla sua storia. Ci saranno incontri monografici con i Romics d’oro e con gli special guest.

Romics, XX edizione, dal 29 settembre al 2 ottobre 2016

http://www.romics.it

Elisabetta Ruffolo