Centinaia di Siriani, Iracheni, Yemeniti e Afghani decidono di camminare insieme attraverso i Balcani.
Fonte: The New Yorker